Come diventare avvocato in Spagna: 4 cose da sapere

Come diventare avvocato in Spagna: 4 cose da sapere

Con questo articolo ti voglio segnalare brevemente quattro aspetti su cui ritengo utile focalizzare l’attenzione se sei interessato ad avviare il percorso per diventare avvocato in Spagna.
Bastano alcuni concetti chiave per riuscire a valutare oggettivamente quello che sarà il contesto in cui ti troverai e che ti condurrà a consolidare la tua vocazione professionale.

businessman-finding-a-solution-to-a-problem

SCEGLI LA TRASPARENZA E COGLI OPPORTUNITA’

Moltissimi italiani, dopo aver fatto i conti con il sistema italiano, hanno potuto testare in prima persona che la cosiddetta “via spagnola”- che io invece preferisco chiamare “l’alternativa spagnola”, non solo è in grado di risolvere definitivamente il problema dell’abilitazione professionale in modo trasparente e in un contesto protetto da normativa vigente ma dà, anche, la possibilità di cogliere moltissime opportunità di crescita ed affermazione personale.
Dunque cosa significa oggi diventare avvocato in Spagna?

 

Tieni presenti questi tre concetti per orientarti

at-a-crossroads--decisions-and-choices-concept

  1. Prima si omologava il titolo adesso si convalida
  2. Oggi si parla di convalida e si acquisisce una vera e propria seconda laurea ufficiale spagnola
  3. Acquisire il titolo di Master Universitario di Accesso alla avvocatura
  4. La durata dell’intero procedimento

 

LA LEY 34/2006

Fino al novembre 2011 (entrata in vigore della riforma dell’accesso alla professione forense in Spagna – Ley 34/2006)) l’acquisizione del titolo di avvocato era caratterizzata da una sorta di automatismo. Il laureato in giurisprudenza spagnolo non doveva far altro che accedere ad un Ilustre Colegio de Abogados per diventare avvocato e cominciare la carriera professionale; Nello stesso modo anche il cittadino europeo laureato in giurisprudenza che aveva omologato il suo titolo di studio – al corrispondente titolo universitario spagnolo – usufruiva dello stesso meccanismo.

IL REAL DECRETO 967/2014

Ma c’è di più: nel novembre del 2014 è stato introdotto nell’ordinamento spagnolo un Real Decreto (il 967/2014) che ha riformato sensibilmente il tema dell’omologazione dei titoli ed ha inserito la professione di avvocato nell’ambito delle professioni ad accesso regolamentato. In questo modo il Real Decreto ha reso immediatamente chiaro un concetto, molto importante per chi è interessato al percorso in Spagna: non è più possibile procedere all’omologazione vecchia maniera ma è necessario utilizzare altri strumenti che il RD 967/2014 ci mette a disposizione e, per l’appunto, mi riferisco alla convalidación por estudios universitarios españoles parciales, cioè lo strumento che ti porterà ad avere una seconda laurea in giurisprudenza, questa volta spagnola.
E’ pur vero che questo strumento non è una assoluta novità ma rappresenta, oggi assai più di ieri, un’interessante opportunità.

UNA SECONDA LAUREA E UN MASTER PROFESSIONALIZZANTE

Come saprai e come avrai capito, per arrivare al titolo di avvocato occorrono due titoli accademici: il primo è il Grado en Derecho, che otterrai tramite convalida, e il secondo è il Master universitario de acceso a la Abogacia previsto come requisito fondamentale dalla Ley 34/2006.
Questi due rappresentano i due lasciapassare per partecipare alla prova finale abilitante, l’oramai noto esame di stato costituito dalle 75 domande a risposta multipla.

QUANTO DURA IL PROCEDIMENTO?

slave-to-time--overworked-man

Devi mettere in conto una durata di circa 14 mesi per quanto riguarda l’aspetto accademico: sicuramente un elemento positivo è che non esistono più le lungaggini ministeriali conosciute in passato; sarà la stessa università spagnola che definirà la quantità e la qualità delle carenze formative che dovrai colmare per ottenere il Grado en Derecho tramite convalida e che, allo stesso tempo, ti farà iniziare a frequentare il Master di accesso alla professione.
14 mesi, a prima vista, ti potranno sembrare un periodo di tempo non brevissimo ma in realtà, tenuto conto degli obiettivi che ti stai ponendo, sono necessari e si esauriranno assai prima di quanto tu possa immaginare.

 

A quei 14 mesi necessari per ottenere i due titoli accademici dovrai aggiungere i mesi mancanti alla prima sessione utile dell’esame finale abilitante che ad oggi è convocato due volte l’anno, a fine febbraio e a fine settembre di ogni anno. Insomma al periodo iniziale dovrai sommare al massimo ulteriori due mesi e mezzo o tre.
Ancor più chiaramente, se hai iniziato, ad esempio, il percorso accademico nel mese di aprile 2016, lo terminerai tra maggio e giugno 2017, dovrai aggiungere al totale dei mesi trascorsi quei 2/3 mesi per la prima convocatoria dell’esame abilitante prevista del settembre 2017.
Il percorso per diventare avvocato in Spagna apre una strada parallela mentre la nostra vita quotidiana e professionale fa il suo naturale corso.

Sarà un periodo in cui si implementerà notevolmente non solo il tuo curriculum accademico e professionale ma metterà un termine certo al traguardo rappresentato dall’acquisizione del titolo di avvocato.

 

victorious--man-standing-on-the-top-of-a-mountain-raising-

 

Comments ( 1 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Apri la chat
Serve aiuto?
Ciao 👋
Come posso aiutarti?